Il sistema EFLAME è stato progettato per poter essere utilizzato in configurazione singola stand-alone, o in architettura centralizzata dove multipli siti distribuiti sul territorio sono connessi ad un Centro di Supervisione. Ogni sito da monitorare è dotato della sua Unità di Ripresa completa di telecamere e del sistema di movimentazione. Dipendentemente dalla tipologia dell’impianto che si intende realizzare e dalla capacità dei network di collegamento disponibile, potranno essere utilizzate una o più macchine fisiche differenti su cui installare gli altri moduli del software di EFLAME. È possibile dislocare le unità di elaborazione e analisi allarmi localmente sui vari siti, oppure realizzare dei cluster che contengano la logica di scansione, di analisi e lo storico degli eventi di ogni cluster.

Il sistema è stato progettato per funzionare sia su reti veloci a larga banda (LAN) che su reti geografiche, supportando anche connessioni via rete cellulare 3G/4G.

La flessibilità dell’architettura di EFLAME consente di realizzare diverse configurazioni del sistema in maniera modulare ed evolutiva, assicurando la massima flessibilità e salvaguardia dell’investimento.

Di seguito vengono riportati alcuni esempi di possibili architetture di impianto:

  1. Singolo sito connesso in LAN con il Centro di Controllo → una unica Workstation di controllo
    • L’ Unità di ripresa è connessa in LAN o in fibra ottica alla Workstation
  2. Due siti connessi in LAN con il Centro di Controllo → una unica Workstation di controllo
    • Le due Unità di ripresa connessa in LAN o in fibra ottica alla Workstation
  3. Due siti remoti vicini connessi in LAN locale, e connessi in rete geografica con il Centro di Controllo → due Workstation (un Cluster Controller e un Workstation Server Centrale)
    • Le due Unità di ripresa sono connesse in LAN ad un Cluster Controller locale
    • Il Cluster Controller è connesso via WAN/3G/4G al Workstation Server Centrale

    Nota: le prestazioni di visualizzazione “live” dell’operatore saranno dipendenti dalla banda disponibile nel collegamento di rete fra il Cluster Controller ed il Server Centrale

  4. Impianto misto : Due (o più) cluster costituiti da due (o più) siti remoti connessi in rete geografica e due (o più) siti remoti connessi via LAN al Centro di Controllo dotato di multiple workstation (anche remote su WAN)
    • Due (o più) cluster di due (o più) Unità di ripresa connesse in LAN ai relativi ClusterController
    • Due (o più) Unità di ripresa connesse in LAN o in fibra ottica al Main Server
    • Una Main Server
    • Una o più Workstation

    Nota: le prestazioni di visualizzazione “live” dell’operatore saranno dipendenti dalla banda disponibile nel collegamento di rete fra il server e i siti remoti